Rassegna stampa dall’Italia del 9 settembre

In primo piano presunta violenza a Firenze, tentata violenza a Roma, emergenza migranti.

rassegna-stampa-news

Migranti

La rassegna stampa delle notizie di oggi dall’Italia in breve.

Firenze. Le due ragazze americane, che ieri hanno denunciato di essere state violentate da due carabinieri in servizio, avrebbero confermato la loro versione. Le studentesse, ascoltate separatamente, hanno confermato le accuse e fornito una versione non contraddittoria. I due militari risultano indagati. La scientifica ha confermato la presenza di tracce biologiche compatibili con un rapporto sessuale che sarebbe avvenuto nell’androne del palazzo.

Roma. Ha tentato di violentare una turista statunitense nel parco di Colle Oppio, a due passi dal Colosseo, e di fronte alla resistenza della donna, ha cercato di trascinarla in un luogo appartato. A notare la scena un ragazzo che ha aiutato la vittima a liberarsi. La polizia ha fermato un cittadino della Costa d’Avorio, regolare con permesso di soggiorno.



A Mugnano, nel Napoletano, una lite tra fidanzati è finita in tragedia. Alessandra Madonna, 24enne di Melito, si è aggrappata allo sportello dell’auto guidata dal suo compagno dopo un litigio legato alla decisione dell’uomo di interrompere la relazione. La giovane è stata così trascinata per metri per poi rovinare al suolo priva di sensi. E’ deceduta in ospedale in seguito alle gravissime ferite riportate. Il ragazzo è stato fermato: ora è ai domiciliari.

L’Alto Commissario dell’Onu per i diritti umani, Zeid Raad Al Hussein, ha denunciato la gestione della crisi migratoria da parte dell’Ue, accusando gli europei di non combattere gli abusi subiti dai migranti in Libia. Il “modus operandi” adottato dopo il vertice di Parigi sulla crisi migratoria “non fornisce un programma dettagliato per affrontare la catastrofe umanitaria che continua in Libia e lungo le sue coste”, ha spiegato.

“Impotenti, così ci si sente nell’affrontare una malattia infida e aggressiva come la malaria, nonostante la cordialità e l’impegno costante di medici e infermieri. Impotenti, così ci si sente quando i media ti assediano senza rispettare il tuo dolore”. Lo scrive su Facebook il papà della bambina di 4 anni morta per malaria il 4 settembre a Brescia, dopo i ricoveri a Portogruaro (Venezia) e a Trento. Il post è stato condiviso mille volte.

Una 58enne, Maria Giovanna Demontis, è stata trovata morta all’alba nella sua abitazione a Cagliari: secondo i carabinieri si tratterebbe di un omicidio. Il medico legale sta ancora svolgendo un primo esame sul corpo della vittima, e i militari hanno già sentito in caserma alcuni familiari della donna.

Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.