Rassegna stampa dall’Italia del 14 ottobre: l’estradizione di Battisti

In primo piano l’estradizione di Battisti, il DL fisco e i nuovi dati della Cgia.

rassegna-stampa-italia-battisti-news

Ecco la rassegna stampa delle notizie più importanti di oggi dall’Italia.

Investimenti a picco in Italia, un autentico crollo. Dal 2005 al 2017, secondo la Cgia di Mestre, la contrazione è stata del 20%; ma rispetto al 2009, punta massima di crescita registrata prima della crisi, la riduzione è stata pesantissima: -35%. Nessun altro indicatore economico ha registrato una caduta percentuale così rovinosa. In termini nominali in questi ultimi 8 anni abbiamo “bruciato” 18,6 miliardi di euro di investimenti.

Stop all’estradizione di Cesare Battisti. Il giudice Luiz Fux del Supremo Tribunale Federale (Stf) brasiliano, ha concesso a Battisti una misura cautelare per la quale l’ex membro del Proletari Armati per il Comunismo non potrà essere estradato dal Paese finché la stessa Alta Corte non avrà emesso un parere sulla richiesta di Habeas corpus presentata dai suoi avvocati. Il Supremo Tribunale Federale si riunirà per esaminare il caso il 24 ottobre.




Torna la rottamazione delle cartelle, ma arrivano anche l’attesa norma anti-scorrerie, voluta intensamente da Carlo Calenda, il rafforzamento del golden power, tempi più lunghi e più risorse per Alitalia, oltre che per le grandi imprese in crisi, a partire dall’Ilva. Di norme puramente fiscali nel rinominato “Dl Fisco” che prelude alla manovra ne compaiono poche. Il provvedimento si presenta più come un “decreto omnibus”, volto a generare nuovo gettito e aggiustare il buco lasciato dallo scarso successo della voluntary disclosure-bis, ma anche – come sottolinea lo stesso Calenda – a mettere in sicurezza gli asset strategici del Paese.

Una 17enne è stata trovata in un parco di Montelupo Fiorentino in una pozza di sangue e ferita alla testa. Le sue condizioni sono gravi ed è ricoverata all’ospedale Careggi di Firenze. La giovane, italiana, è stata trovata stamani, attorno alle 7, da alcuni amici: sarebbero gli stessi con i quali la ragazza ha trascorso la serata di venerdì in discoteca e dai quali si sarebbe separata proprio nei pressi del Parco dell’Ambrogiana.

Importante novità nelle indagini per i delitti di Gianna Del Gaudio e Daniela Roveri: le tracce di dna dei due casi sono legate da identiche porzioni di cromosoma Y. Le tracce potrebbero quindi appartenere a due persone di sesso maschile imparentate tra di loro o addirittura allo stesso uomo. In questo caso si riaprirebbe l’ipotesi di un serial killer nel Bergamasco. La rivelazione è stata fatta nel corso di Quarto Grado in onda su Retequattro.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.