Rassegna stampa dall’Italia del 19 ottobre: il caso BankItalia

In primo piano il caso di Bankitalia, la manovra economica.

rassegna-stampa-news-italia

Cannabis

La rassegna stampa delle notizie più importanti di oggi dall’Italia.

“Il governo non era semplicemente informato: era d’accordo. La mozione parlamentare non solo era nota al governo ma, come sa chi conosce il diritto parlamentare, prevedeva che l’esecutivo desse un parere. Che c’è stato ed è stato positivo”. Lo dice il segretario Pd Matteo Renzi in un’intervista al Quotidiano nazionale, tornando sul caso Bankitalia. “L’esecutivo è fatto di persone serie, non danno parere positivo senza sapere di cosa stiamo parlando”.

Nuove schermaglie tra governo e Veneto per il referendum sull’autonomia di domenica 22 ottobre. Il presidente Luca Zaia definisce “colpo basso” il conto della spesa per la consultazione. Il ministero dell’Interno ha chiesto alla Regione che si faccia carico dei 2 milioni e 44mila euro necessari per l’utilizzo della forza pubblica ai seggi. Stessa richiesta anche per la Lombardia, che dovrà versare a Roma 3,5 milioni di euro per il servizio d’ordine.




Un bollo del 2 per mille sulle comunicazioni relative alle polizze vita rivalutabili a capitale garantito. E’ una della novità che spuntano dalla bozza della Legge di Bilancio attesa venerdì in Parlamento e su cui tecnici e ministeri stanno ancora lavorando. Nella manovra anche un’asta dei crediti fiscali che giacciono nel ‘magazzino’ della vecchia Equitalia e l’obbligo di fatturazione elettronica tra privati ma solo dal 2019.

In Italia ci sono quasi 20mila guidatori che hanno esaurito i punti della patente e 93.810 a cui ne rimangono tra nove e zero, termine entro cui si hanno trenta giorni per ridare l’esame. A dirlo è un’indagine di Facile.it, mentre i dati del Ministero dei Trasporti rivelano che dal 2003 al 2016 gli italiani hanno perso complessivamente 122 milioni e mezzo di punti.

Un allevatore di 62 anni di Ploaghe (Sassari) ha sgozzato 135 pecore e 4 cani pastore perchè non riusciva più a vendere il latte che produceva. La cooperativa a cui fino a qualche tempo fa consegnava il latte ad un certo punto ha smesso di acquistarlo perchè riteneva che il prodotto avesse un eccessivo contenuto macrobiotico quindi non era più commestibile. Da qui la folle decisione di tagliare la gola all’intero gregge.

Arriva l’ok dell’Aula della Camera alla proposta di legge sulla coltivazione e la somministrazione della cannabis ad uso medico. I voti a favore sono stati 317, 40 i contrari, 13 gli astenuti. Il testo passa al Senato. Contro hanno votato i deputati di Fi e Lega. Direzione Italia si è astenuta.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.