Rassegna stampa dal mondo del 19 ottobre: ultimatum Catalogna

In primo piano ancora la questione Catalogna, la Brexit e Trump.

rassegna-stampa-news-mondo

La rassegna stampa delle notizie più importanti di oggi dal mondo.

Carles Puigdemont, presidente della Generalitat catalana, ha inviato una lettera di risposta al premier spagnolo Mariano Rajoy in cui si precisa che verrà dichiarata l’indipendenza se resterà la mancanza di dialogo e se Madrid attiverà l’articolo 155 della Costituzione per commissariare di fatto la Catalogna. E’ la replica all’ultimatum di Madrid scaduto alle 10 di giovedì mattina. Sabato si riunirà il governo spagnolo.

“I cittadini dell’Ue che vivono legalmente nel Regno Unito potranno rimanere”. La premier britannica Theresa May, in una lettera aperta ai tre milioni di europei che vivono nel Regno, si è impegnata a tutelare i loro diritti di residenza, spiegando che i negoziati con Bruxelles su questo tema procedono e “siamo vicini ad un accordo”. “I diritti dei cittadini sono la mia prima priorità”, ha aggiunto.




Ksenia Sobchak, figlia di Anatoli, ex sindaco di San Pietroburgo e padrino politico di Vladimir Putin, sfiderà il presidente russo alle prossime elezioni del 2018. Per la presentatrice tv, non ancora 36enne, “la partecipazione alle elezioni – afferma – potrebbe davvero essere un passo avanti verso la trasformazione del Paese, di cui c’è tanto bisogno”. I commenti giunti dal Cremlino fanno capire come la notizia non desti preoccupazione.

E’ in manette l’uomo sospettato di aver sparato a sei persone, in Maryland e Delaware, uccidendone tre. E’ finita con la cattura del 37enne Radee Labeeb Prince la caccia all’uomo scattata dopo che l’uomo aveva aperto il fuoco ieri mattina contro cinque colleghi a Edgewood, in Maryland, per poi dirigersi a Wilmington in Delaware e sparare ancora contro un uomo che pare conoscesse. La conferma dalla Polizia della contea di Harford, in Maryland.

Nuova bufera su Donald Trump dopo la telefonata di condoglianze fatta alla madre del sergente dei Marines La David Johnson ucciso in un’imboscata in Niger. “Sapeva quello che rischiava quando si è arruolato“, ha detto il presidente Usa alla donna che, a breve giro, ha lamentato “mancanza di rispetto” da parte del tycoon.

loading...
Blogger, articolista. Sono un appassionato di televisione in genere con maggiore attenzione alle serie tv soprattutto americane. Scrivo praticamente da sempre prima cominciando con racconti brevi thriller e horror. Oggi scrivere è una passione ma anche un lavoro a tempo pieno. Mi occupo anche di attualità, green e lifestyle. Sono un appassionato di lettura, cinema e adoro in modo sconfinato i gatti.
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.