Novecento Napoletano, il trionfo della tradizione napoletana: la nostra recensione

Il balletto, la grande canzone tradizionale napoletana e il teatro in un unico grande spettacolo.

novecento-napoletano-teatro-trianon

Foto di Nicola Garofano

Un grande successo di pubblico al teatro Trianon di Napoli per lo spettacolo Novecento Napoletano, è stato come aprire un cassetto pieno di ricordi e rovistando sono usciti i grandi capolavori della canzone napoletana tradizionale, A Marechiare (1886), Nuttata ‘e sentimento (1908) quelle forti di una letteratura dialettale verista, che descrivono i drammi d’amore dei vicoli con linguaggi ricchi ed espressivi con sfumature emozionali o raccontano della malasorte di aver incontrato donne crudeli e traditrici o che immortalano la bellezza naturale dei luoghi in cui vive l’autore, come ‘O paese d’o sole (1925).



I poeti napoletani hanno saputo cogliere i sentimenti più disparati e lo spettacolo Novecento Napoletano è fatto da tanti comparti che racchiudono i vari attraversamenti della canzone napoletana, da quella verista a quella dell’avanspettacolo, dalla religione popolare come i battenti, o fujénti, della Madonna dell’Arco alla sceneggiata, e così il palco si anima di lazzari e scugnizzi che sguazzano tra coppie borghesi, di posteggiatori e popolane, una compagnia di oltre quaranta artisti tra attori, cantanti e musicisti, con il capocomico Maurizio Casagrande, in scena Antonio MurroSusy SebastianoFranco CastigliaFiorenza CalogeroRaffaela CarotenutoLaura LazzariMarianna Liguori, Matteo Mauriello, Gennaro Monti, Salvatore MeolaCristian MoschettinoMassimo Salvetti e Daniela Sponzilli.

Il balletto è composto da Tonia CarboneCarmine Rullo, Priscilla AvolioAndrea Cosentino, Alfonso DonnarummaAntonio PiccoliEliana Virgili e Susy Marino.

posteggiatori sono Alessandro TumolilloAntonio Gagliotti eAntonello Guetta.

pescatori di Mergellina Ciro Chianese e Giovanni Todisco.

La banda vede Alfonso Acquisto al trombone, Gregori Galatan e Michele Auriemma alle trombe, Arcangelo Terracciano al sax, Pasquale Albano al rullante e Antonio Ricci alla cassa e ai piatti.

Ogni cantante ha una sua impronta vocale, delle sorprendenti bellissime voci come quella di Antonio Murro o dell’acquaiola Fiorenza Calogero che si esibisce in ‘A tazze ‘e cafè (1918), per me la prima canzone napoletana che ho ascoltato da piccolo, o delle voci di Raffaela Carotenuto e Salvatore Meola, grandi interpreti che hanno reso lo spettacolo straordinariamente accattivante e animante, condotti da un incredibile Maurizio Casagrande, il Virgilio dantesco che, con la sua creatività attoriale, ha guidato gli spettatori nella canzone napoletana dando vita a un sottile passaggio tra drammaticità, quando legge la lettera di un emigrante deluso e scontento di essere andato in America e comicità, nella macchietta avanspettacolo Sciuldezza bella.

Nato da un’idea di Lello Scarano e Bruno Garofalo, quest’ultimo anche scenografo, regista, e autore con Angiolina Campanelli e Raffaele Esposito, lo spettacolo va in scena con un nuovo allestimento esclusivo prodotto da Immaginando e Pragma di Rosario Imparato e Mario Minopoli.



Gli arrangiamenti musicali sono stati curati da Tonino Esposito. Direttore musicale è Ciro Cascino. I costumi straordinari sono firmati da Mariagrazia Nicotra, le coreografie da Enzo Castaldo e le immagini videografiche da Claudio Garofalo.

Continua, intanto, la campagna abbonamenti del teatro del popolo, che propone una nuova formula di abbonamento che consente di scegliere liberamente sette spettacoli tra i sedici programmati nel cartellone. Gli abbonamenti possono essere acquistati presso il botteghino del teatro (aperto tutti i giorni: dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13:30 e dalle 15:30 alle 19; la domenica dalle 10 alle 14), o nelle prevendite convenzionate riportate nel sito www.teatrotrianon.org. I prezzi partono da 100 euro.

novecento-napoletano-teatro-trianon

Foto di Nicola Garofano

loading...
loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.