Pillole Indie #70: Rough Justice: ’84

Rough Justice: ’84

Piattaforme: Switch, Ps4, Ps5, Steam, Xbox One, Xbox Series S/X
Developer: Gamma Minus UG
Publisher: Gamma Minus UG, Deadalic Entertainment
Data d’uscita: 13/03/2023
Genere: Indie, Simulazione
Versione testata: Switch

Rough Justice: ’84 offre una prospettiva dettagliata e completa su questo gioco ispirato agli anni ’80, con una trama coinvolgente e un gameplay intrigante. Ambientato in un’atmosfera che evoca i tempi della moda iconica e dei film cult degli anni ’80 come Ghostbusters e Terminator, il gioco mette i giocatori nei panni di Jim Baylor, un ex poliziotto che cerca giustizia dopo essere stato incastrato per un crimine che non ha commesso.

Il gioco si distingue per la sua originalità, attingendo da un gioco da tavolo esistente e ispirandosi a serie televisive come Miami Vice, mentre offre una storia completamente nuova. La trama coinvolgente segue Jim mentre si unisce a un’agenzia investigativa privata per combattere la crescente criminalità nella città di Seneca.

La narrazione è uno dei punti di forza, caratterizzata da personaggi ben sviluppati e avvenimenti interessanti. L’atmosfera da buddy cop film degli anni ’80 è palpabile e si mescola con un tema più ampio di corruzione e impresa privata, fornendo un’esperienza coinvolgente e variegata.

Il gameplay è un mix di strategia e gestione. I giocatori selezionano agenti con diverse abilità e statistiche per affrontare casi e eventi nella città, sfruttando meccaniche di gioco che richiedono scelte ponderate e gestione delle risorse. Questi includono sia tiri di dadi che minigiochi vari come scasso, fotomontaggi e sorveglianza.

La presentazione visiva del gioco è notevole, con uno stile artistico accattivante che richiama l’epoca degli anni ’80, ricco di colori neon e animazioni dettagliate. La colonna sonora e il doppiaggio contribuiscono a creare un’esperienza coinvolgente e immersiva.

Tuttavia, non è esente da difetti. L’inizio potrebbe risultare travolgente a causa della complessità delle meccaniche di gioco, e alcuni minigiochi possono diventare ripetitivi nel corso dell’avventura.

 

In Sintesi

In conclusione, Rough Justice: ’84 offre un’esperienza di gioco intrigante e ben realizzata, che cattura l’essenza degli anni ’80 con una trama avvincente e un gameplay coinvolgente. Sebbene possa presentare alcune sfide iniziali e alcuni aspetti ripetitivi, resta comunque un titolo che promette intrattenimento e immersione nel mondo del crimine e della giustizia degli anni ’80.

Voto: 8

Pro:

  • Trama coinvolgente
  • Doppiaggio e colonna sonora

✘ Contro:

  • Ripetitività nei minigiochi 

Ti è piaciuto il nostro articolo? Dà un’occhiata alla nostra rubrica Pillole Indie! Leggi anche:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.