Grecia: non c’è l’accordo, borse e forex a rischio

grecia, forex

Janis Varoufakis

Dopo aver trascinato la vicenda della Grecia per oltre 3 mesi alternando annunci di accordo imminente a quelli di default probabile siamo arrivati, ormai, ad una conclusione di questo triste capitolo dell’economia europea. Al momento non ci sono i presupposti per un accordo quindi, salvo qualche miracolo dell’ultima ora in occasione dell’Eurogruppo del 18 Giugno, la Grecia dichiarerà default e sull’eurozona calerà il silenzio di uno scenario molto preoccupante e dai contorni non chiari.

In sostanza la Grecia dovrebbe dichiarare default e uscire dall’euro a meno che non trovi i soldi per far fronte alle rate di questo mese, rate già rinviate a fine mese per mancanza di liquidità.

Inutile dire che le borse sono in profondo rosso e sul forex ci si prepara al peggio. Non a caso i migliori forex broker hanno già lanciato qualche alert ai propri clienti. Ancora nulla di ufficiale, perchè bisogna vedere cosa accadrà davvero il 18, ma sembra che le speranze siano davvero poche.

D’altronde riuscire ad avere una visione ottimista della vicenda diventa molto difficile se non impossibile, viste le parole del ministro dell’Economia greco Janis Varoufakis alla Bild: “Io escludo una Grexit come soluzione ragionevole. Ma nessuno può escludere tutto: io non posso escludere che una cometa impatti la Terra“. Insomma, come a voler dire che seppure sia una cosa che abbia poco senso una Grexit non è più un qualcosa di irreale ma di concreto e realizzabile.

Il pensiero va a come è stata gestita male tutta questa vicenda. Perchè portare avanti un braccio di ferro deleterio per tutti quando sarebbe stato molto più semplice decidere se salvare o meno la Grecia fin dall’inizio? Intanto i mercati finanziari girano fortemente in rosso e sul forex  l’euro si attesta in zona 1,12 dollari. In rialzo anche lo spread che ora vola a quota 150 punti base.

Inutile dire, come hanno già sottolineato anche altri fonti molto autorevoli, che le ripercussioni di una eventuale Grexit possono essere davvero incalcolabili perchè non esistono casi studio simili. Molti economisti rimarcano la paura che un eventuale uscita della Grecia dall’euro, oltre ai normali scossoni su mercati e forex, possa costituire un pericoloso precedente che metta a rischio  la permanenza nella moneta unica anche per quegli altri paesi in difficoltà.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *