Krallice – Ygg huur

[adsense]

Krallice - Ygg huurAvantgarde, 6 t.

Dopo aver prodotto quattro full-length dalla lunghezza media di un’ora nella prima mezza decade di attività, il risultato che i Krallice hanno ottenuto con l’ultimo Ygg huur potrebbe essere quantitativamente deludente: dai modici trentacinque minuti di durata, viene pubblicato senza troppe chiacchiere né pubblicità sotto l’egida dell’Avantgarde.

Qualitativamente parlando, invece, i tre anni di distanza dal precedente Years Past Matter si sentono, soprattutto dal punto di vista stilistico: il distacco dalle radici black metal è una volta per tutte netto, mentre fa capolino tra le varie tracce una tendenza più prettamente tecnica e progressiva. In particolare, già Idols, prima traccia dell’album – d’altronde, tutto è relativo –, si dimostra più legata alle sonorità sperimentate, in un certo qual modo, anni addietro dai Gorguts in Obscura e più recentemente in Colored Sands. Idem l’introduzione di Bitter Meditation e la conclusiva Engram, quasi che il recente ingresso del produttore Colin Marston nel gruppo canadese ne abbia influenzato il modo di comporre. Le uniche tracce che a sprazzi fanno tornare i Krallice sui propri passi – ma manco troppo – sono Wastes of Ocean e Over Spirit, le quali presentano delle partiture che, più che rimuginare sulla loro vecchia (possiamo già definirla tale?) estetica, risultano un buon connubio tra il primo e il nuovo corso.

In generale, con Ygg huur si è persa parte della sorpresa dovuta alla singolarità stilistica del gruppo newyorchese, in favore di una maggiore ricercatezza e complessità sotto l’aspetto compositivo – che tuttavia rimane non eccessivamente originale, ormai. Pesano soprattutto i progetti paralleli dei due chitarristi, Mick Barr e Colin Marston, in particolare Dysrhytmia e Gorguts. A seconda dei gusti potrebbero essere preferibili le vecchie soluzioni, ma probabilmente abbiamo la fortuna di trovarci davanti a un passo importante nella discografia e nella crescita dei Krallice.

[adsense]

Blogger professionista e da sempre appassionato esperto di telecomunicazioni, serie tv e soap opera. Giuseppe Ino è redattore freelance per diversi siti web verticali. Ha fondato teleblog.it, tivoo.it, mondotelefono.it, maglifestyle.it Ha collaborato tra gli altri anche con UpGo.news nella creazione di post e analisi. Collabora con la web radio Radiostonata.com nel programma quotidiano #AscoltiTv in diretta da lunedi a venerdi dalle 10 alle 11.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.