Pillole Indie #1: Double Pug Switch

Annunci

Double Pug Switch 

  • Piattaforme  Nintendo Switch, Microsoft Windows, Classic Mac OS, PlayStation 4, Xbox One
  • Developer  aPriori Digital, The Polygon Loft Limited
  • Publisher – aPriori Digital, The Polygon Loft
  • Data di uscita – 22 Ottobre 2020
  • Genere – Platform, Action
  • Versione testata PS4

Negli ultimi anni si è sempre fatta più importante e specializzata la produzione di titoli platform. Lo abbiamo visto con Cuphead, Celeste, Super Meat Boy: la lista sarebbe immensa ed al contempo riduttiva.
Ciò che rende celebri questi titoli è l’accessibilità, la semplicità, il divertimento assicurato.
Double Pug Switch si inserisce in questo panorama promettente: si tratta di un titolo che può essenzialmente essere considerato come un endless runner a scorrimento orizzontale, ricco di tutti quegli elementi che hanno reso i titoli platform uno dei generi più apprezzati al mondo, da sempre.
Prodotto dalle case di sviluppo aPriori Digital e The Polygon Loft, racconta le vicende di un carlino di nome Otis. Quest’ultimo è abituato a trascorrere le sue giornate in compagnia della sua padrona, conosciuta genericamente come Professor, e del gatto Whiskers, portatore di disavventure per il povero cagnolino. Un giorno infatti, annoiato come sempre, decide di distruggere due fiale contenenti fluido di portale, generando in seguito alla rottura un portale spazio temporale in cui entrambi gli animali finiscono intrappolati, per sempre: il misfatto ha non solo creato una realtà alternativa, ma bensì due. Da qui il nome del titolo, palese riferimento ad un alter ego di Otis intrappolato in un’altra dimensione, un escamotage narrativo (apprezzatissimo e geniale) che spiega la meccanica principale del gameplay: Otis potrà fare “a cambio” (dunque switchare) tra la sua versione conosciuta e quella nella seconda dimensione spazio temporale, in modo da superare sapientemente trappole ed ostacoli. 

L’intero mondo di gioco è disseminato di trappole mortali come seghe elettriche, spuntoni, nemici volanti. Tutto il titolo è caratterizzato da un dinamismo e una velocità che intratterranno il giocatore sin dai primi minuti di gioco, nel pieno rispetto della tradizione dei platform ma anche guardando all’innovazione.

L’intero gameplay ruota attorno al saltare con il tasto X e switchare Otis con il tasto O (nella versione PlayStation): il salto ed il cambio di dimensione, dunque, sono il fulcro su cui ruotano le meccaniche di gioco. Ciò che rende la fruizione del titolo ancora più profonda ed imponente è il fatto che, dopo la prima morte, il gioco ci sbloccherà un Achievement/Trofeo con sopra riportato “la prima di una lunga serie“, ed è qui che viene presentata un’altra grande caratteristica del gioco: l’aumento esponenziale della difficoltà riscontrabile dopo appena i primi livelli di gioco (quelli necessari a spiegare le basi). Sebbene le premesse di Double Pug Switch possano essere quelle di un gioco realizzato per passare il tempo, dimostra prontamente di essere impegnativo. 

Più volte ci capiterà di ripartire dal checkpoint più vicino (per fortuna questi saranno posizionati strategicamente), e riprovare fino allo sfinimento: per fortuna i tempi di caricamento saranno praticamente istantanei, ciò contribuisce a non ridurre il ritmo della partita che è parte integrante del carattere della produzione. 

colori vengono utilizzati in modo sapiente, con uno stile grafico piuttosto accattivante e realizzato per spiccare sugli elementi in primo piano e mantenere viva l’attenzione del giocatore. I mondi giocabili sono, in totale, cinque, e sono tutti ricchi di texture e pattern molto gradevoli e mai accecanti: lo stesso si può dire della colonna sonora, diversificata e molto ritmica, sebbene per certi aspetti ridondante o fastidiosa (soprattutto quando si ricomincerà dal checkpoint in seguito al game over, potrebbero esserci loop sonori).

Dal punto di vista della rigiocabilità, Double Pug Switch non offre un vero e proprio NewGame+, tuttavia si presenta come ricco di elementi di customizzazione che faranno contenti i giocatori più esigenti. In ogni livello, infatti, saranno presenti monete e collezionabili che potranno essere utilizzati per acquistare una varietà di cappelli molto diversificata con cui personalizzare Otis. 

 

In sintesi:

Double Pug Switch non vuole portare innovazione nel genere dei platform, ma piuttosto vuole offrire un titolo che possa divertire ed impegnare. Consigliato agli appassionati del genere, un po’ meno ai neofiti a causa della sua elevata difficoltà e della sua natura punitiva. Un esperimento riuscito, di sicuro una produzione più che sufficiente

VOTO: 6.5

 Pro:

  • Dinamico e divertente
  • Veloce anche nei caricamenti
  • Rapporto qualità-prezzo

✘ Contro:

  • Troppo punitivo per i neofiti
  • Produzione audio non troppo memorabile

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.