19 Settembre 2020
Gabriele Muccino a MovieMag

Gabriele Muccino tra gli ospiti di Movie Mag

Annunci

Gabriele Muccino intervistato da Federico Pontiggia nella puntata di MovieMag in onda mercoledì 29 gennaio alle 23 su Rai Movie e nella notte di Rai1. E poi Robert Downey Jr., Aldo Giovanni e Giacomo e la musica di Nino Rota.

Tanti i film in sala questa settimana: Judy di Rupert Goold racconta la tragica storia di un’icona di Hollywood, Judy Garland, interpretata da Renée Zellweger che per questo ruolo è candidata al premio Oscar come attrice protagonista; nella Villetta con ospiti di Ivano De Matteo, a partire da Marco Giallini, tutti i protagonisti incarnano un vizio capitale; Odio l’estate di Massimo Venier segna il ritorno al cinema del trio Aldo, Giovanni e Giacomo; un veterinario che capisce il linguaggio animale è il dottor Dolittle, interpretato da Robert Downey Jr., Antonio Banderas e diretto da Stephen Gaghan, film d’avventura per ragazzi ambientato nell’Inghilterra vittoriana, tra complotti di corte, pirati e animali parlanti.

Agli animali parlanti è dedicata la rubrica di Alberto Farina – See You Next Wednesday – che dall’orso di Hellzapoppin’ ai primati di Project Nim ci racconta i film nei quali le bestie hanno preso la parola.

Mi sento un eterno esordiente nonostante abbia fatto 12 film” così Gabriele Muccino, intervistato da Federico Pontiggia, presenta la sua nuova pellicola Gli anni più belli, con Pierfrancesco Favino, Kim Rossi Stuart, Micaela Ramazzotti, Claudio Santamaria e per la prima volta come attrice, la cantante Emma Marrone. “Sono orgoglioso e felice di aver convinto Emma a fare il mio film”, ha dichiarato il regista romano.

Dall’abbazia medioevale di San Galgano in Toscana a un bordello di inizio Novecento ricostruito a Cinecittà, si muove nel tempo e nello spazio Parsifal, il film diretto e interpretato da Marco Filiberti. MovieMag è andato dietro le quinte di questo “progetto di opera d’arte totale”. Ne abbiamo parlato con Diletta Masetti (Kurdy) e Matteo Munari (Parsifal).

Federico Fellini ha segnato la storia del cinema con la sua opera e questo anche grazie al contributo ineguagliabile che la musica ha dato ai suoi film. Nel ritratto di repertorio di questa settimana il regista a confronto col suo compositore: Nino Rota.