Pillole Indie #6: Formula Retro Racing

Formula Retro Racing
Annunci

Formula Retro Racing

  • Piattaforme  Microsoft Windows, Xbox One
  • Developer  Repixel8
  • Publisher Repixel8
  • Data di uscita –  14 Maggio 2020
  • Genere – Racing, Arcade, Indie
  • Versione testata – PC (Steam)

Formula Retro Racing è il titolo che tutti gli appassionati di Virtua Racing stavano aspettando, storica perla (1992) per SEGA attualmente presente per il download sull’eShop Nintendo (in una riedizione a 1080p, 60fps).  Il titolo è sviluppato da Repixel8, un “micro studio” indie con base in UK, autore anche del picchiaduro Clash of the Metal in arrivo nel mese di Gennaio 2022.

Formula Retro Racing rappresenta alla perfezione l’essenza di un arcade, e ciò è possibile ravvisarlo anche solo semplicemente nella facilità di avvio di gioco: subito ci verrà richiesto di scegliere il colore della macchina (non personalizzabile se non nell’aspetto) e di scegliere successivamente il circuito in cui competere. I controlli verranno forniti nella schermata di caricamento, quest’ultimi sono molto intuitivi: consigliamo l’utilizzo di un joypad. Sarà possibile scegliere tra cambio manuale (per un’esperienza più autentica) e cambio automatico (per un’esperienza puramente arcade).

Formula Retro Racing

La campagna principale di stampo retro terrà occupato il giocatore per numerose ore: si otterrà un trofeo in seguito ad ogni vittoria in uno degli otto circuiti disponibili, il tutto replicabile ad un diverso livello di difficoltà. A proposito di ciò, la modalità più alta è spietata: sarà davvero complicato (soprattutto nei circuiti con mappe più complesse) riuscire ad arrivare primi con un buon tempo. Ci sentiamo di sconsigliarlo ai neofiti o ai casual gamer.

La grafica molto semplificata, fatta di pochi poligoni dai colori sgargianti rende il titolo in sé molto fluido: su console girà stabilmente in 4k e 60fps (Xbox One X) o a 1080p e 60fps (Xbox One S). 

La fisica che gestisce gli schianti in gioco è molto curata e regala sicuramente soddisfazioni. In basso a destra potremmo visualizzare un indicatore di “danno”, una volta riempito la macchina si distruggerà e ci verrà data la possibilità di ripartire con il contatore azzerato, ma solo dopo aver perso preziosi secondi di vantaggio sugli altri giocatori. Sarà complesso, delle volte, evitare gli altri giocatori (soprattutto nelle curve più strette) e finiremo irreparabilmente con lo schiantarci contro quest’ultimi perdendo preziosissimi istanti. Le animazioni di “schianto” delle volte potrebbero sembrare esagerate, ma il tutto restituisce un sapore squisitamente arcade alla produzione che abbiamo decisamente apprezzato.

Formula Retro Racing

Le meccaniche di “crash” sono molto scenografiche.

Nella prima modalità di gioco, quella “classica”, avremo a disposizione otto circuiti a diversi livello di difficoltà in cui dovremmo competere con altri 19 partecipanti, passando attraverso checkpoint che estenderanno il nostro tempo limite. I giri per ogni gara saranno otto, una durata ottimale per mantenere alta la soglia d’attenzione del giocatore e farlo divertire senza annoiare. Nelle difficoltà più elevate si verrà tuttavia eliminati spesso poiché non si avrà il tempo materiale di arrivare al checkpoint più vicino, creando talvolta una forte sensazione di frustrazione: in questi casi, l’unica cosa da fare è ritentare la gara dall’inizio.

Formula Retro Racing

Sarà importante raggiungere i checkpoint per ottenere un’estensione del tempo di gioco e non perdere la partita.

Per quanto concerne l’aspetto puramente tecnico durante la gara, sarà possibile cambiare la visuale da “terza” a “prima” persona.

Formula Retro Racing prevede anche una seconda modalità di gioco, una sorta di Sopravvivenza in cui si dovrà arrivare entro i primi dieci per non essere man mano eliminati dalla gara. Ad ogni giro la velocità dei nostri avversari aumenterà vertiginosamente, mettendoci in difficoltà e restituendo una sensazione adrenalinica senza eguali: in questo il gioco sa intrattenere e divertire.

Dal punto di vista della direzione artistica, la colonna sonora del titolo presenta quelle note arcade che tutti gli appassionati del genere sapranno apprezzare. Molto ispirata, malinconica, e dal sapore autentico. Peccato per qualche bug che rende, delle volte, impossibile continuare se non resettando la partita. Tra questi ci sentiamo di menzionare il fatto che, dopo aver distrutto la macchina, il gioco ci metterà contromano rispetto la direzione di gara, facendoci perdere ulteriore (e prezioso) tempo per sistemare il veicolo e ripartire.

In sintesi:

Formula Retro Racing è il degno erede di Virtua Racing: si tratta di un titolo divertente, dinamico e dal livello di sfida elevato (soprattutto alle difficoltà più alte). Presenta la struttura di un classico racing arcade, con una grafica essenziale ed una giocabilità spettacolare. Adatto agli appassionati del genere ma anche e soprattutto ai neofiti. Una piacevole sorpresa. 

VOTO: 7.5

 Pro:

  • Gameplay semplice ed efficace
  • Grafica retro ben realizzata
  • Colonna sonora molto ispirata

✘ Contro:

  • Difficoltà molto elevata (nei livelli più alti)
  • Poche modalità di gioco
  • Poca personalizzazione del veicolo

Ti è piaciuto il nostro articolo? Dà un’occhiata alla nostra rubrica Pillole Indie! Leggi anche:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.