Assassin’s Creed Unity gira a 60 fotogrammi al secondo su Xbox Series X

Annunci

Anche Assassin’s Creed Unity rientra tra i titoli che riceveranno un boost prestazionale automatico su Xbox Series X

In un nuovo video pubblicato da Digital Foundry dedicato ancora una volta alla retrocompatibilità di Xbox Serie X si è discusso della velocità degli SSD esterni, che a quanto pare garantiscono una velocità altrettanto elevate se impiegati per avviare i giochi di vecchia generazione.

Nei primi minuti del video però, il Digital Foundry ha anche mostrato una breve comparazione prestazionale di Assassin’s Creed Unity su Xbox Series X, Xbox One X e Xbox One.

Un titolo che probabilmente non è stato scelto a caso: ai tempi del lancio Assassin’s Creed Unity si distingueva per un comparto visivo veramente impressionante, ma faceva i conti con le ambizioni di un team di sviluppo che aveva popolato Parigi con centinaia di NPC a schermo, andando a gravare sulla fluidità del framerate, sempre sotto i 30 e una risoluzione dinamica prevalentemente a 900p. E proprio la versione Xbox One originale, a suo tempo si rivelò la più debole nel contenere spazi ricchi di NPC, portando spesso la fluidità sotto la media, con 20 fotogrammi al secondo con fastidiosi scatti anche durante gli scontri.

Con l’avvento di Xbox One X la situazione sembrava essere leggermente migliorata, con un framerate superiore che viaggiava tra i 30 e i 40 fotogrammi al secondo, ma sempre con una certa variabile di fondo a spezzare l’incantesimo della stabilità.

Ebbene, stando al video pubblicato da Digital Foundry, pare che Assassin’s Creed Unity su Xbox Series X ottenga un discreto boost prestazionale automatico, quello più brutale e senza alcuna patch di riferimento, portando il codice a girare a 60 fotogrammi fissi. Si tratta di un risultato straordinario per la nuova ammiraglia di Microsoft che conferma le buone impressioni ricavate in queste settimane di test sull’hardware di Xbox Series X.

Questo processo di ottimizzazione automatico della console in genere si applica su tutti quei giochi sviluppati con un framerate sbloccato e una risoluzione dinamica, oppure caratterizzati da entrambe le variabili.

Nel caso di Assassin’s Creed Unity parliamo di un titolo che vanta sia il framerate sbloccato che la risoluzione dinamica, ma se il primo punto ha dato esiti estremamente positivi, sul secondo resta ancora qualche incognita.

Ricordiamo inoltre che Assassin’s Creed Unity su Series X potrà contare anche sui benefici garantiti dall’SSD, che gli permetteranno anche di alleggerire i tempi di caricamento, piuttosto lunghi sulle console attuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.