piazza affari

Milano Film Festival: Al via la stagione 22

Annunci

È tempo di Milano Film Festival, da giovedì 28 settembre a domenica 8 ottobre

Undici giorni e undici notti di film in anteprima,VR, musica, mostre e ospiti internazionali. Al Milano Film Festival, il futuro del cinema indipendente

Il Festival, è promosso dal Comune di Milano – Assessorato alla Cultura e realizzato in collaborazione con Gruppo CAP, storico partner della manifestazione, e un nuovo partner d’eccezione, Fastweb Digital Academy.

Il Festival, sotto la direzione artistica di Alessandro Beretta e Carla Vulpiani, animerà per undici giorni il distretto Tortona tra BASE Milano, MUDEC e Cinema Ducale con film in anteprima, cinema 360°, mostre, ospiti internazionali, serate musicali e altri eventi speciali.

Cuore del programma sarà il concorso lungometraggi: otto opere prime e seconde presentate in anteprima italiana e girate da registi provenienti da tutto il mondo – alla ricerca di chi osa di più.

In giuria quest’anno un tris di assi: Abel Ferrara, maestro del cinema non allineato che presenterà due suoi film, Monica Stambrini, regista uscita dai cliché con lavori sul desiderio come Queen Kong, e Rinaldo Censi, critico indipendente, curatore della retrospettiva dedicata a Jacques Tourneur a Locarno.



Torna il concorso cortometraggi, 41 film brevi girati da giovani registi, esclusivamente under 40. A giudicare i cortometraggi la Fondazione Cineteca Italiana che, proprio quest’anno, festeggia i suoi 70 anni.

Tra le novità di questa edizione, oltre alle tante anteprime dei film in concorso e fuori concorso – tra le quali England is Mine di Mark GillManifesto di Julian Rosenfeldt con Cate BlanchettColumbus di Kogonadadue mostre con ingresso gratuito negli spazi di BASE Milano: “NOI, Milano 1968-1977”, una video installazione multischermo che ripercorre gli anni delle rivolte studentesche tra il ’67 e il ’77 a Milano con i filmati del Collettivo Cinema Militante di Milano e “Enrico Appetito per Michelangelo Antonioni sui set 1959-1964”, mostra fotografica che scandaglia l’archeologia del set di Antonioniche inaugurerà il 29 settembre con una performance musicale firmata da Boosta. Nella mostra anche un ciclorama che include i vari Falsiritorni rifilmati da Enrico Ghezzi.

Inoltre, giovedì 5 ottobre, Milano Film Festival e Fastweb Digital Academy – la nuova scuola per le professioni digitali che ha l’obiettivo di accelerare l’incontro fra giovani e il mondo del lavoro  -presentano insieme un progetto speciale con il supporto tecnologico di Samsung: la prima sala VR in Italia, uno spazio interamente dedicato alla virtual reality per indagare i nuovi linguaggi e le innovazioni tecnologiche nel panorama audiovisivo. Il pubblico potrà sperimentare la sala sia durante il periodo del Festival sia successivamente grazie ad un calendario di appuntamenti speciali che proseguirà fino a marzo 2018 a BASE con l’obiettivo di scoprire e di esplorare nuovi formati che non hanno ancora trovato una vera distribuzione per il grande pubblico.

Confermati gli storici appuntamenti del Festival: COLPE DI STATO, la rassegna dedicata al documentario politico; AUDIOVISIVA, che propone eventi costruiti sulle sinergie tra musica, arte e nuove tecnologie; DEBUT, una serie di appuntamenti pensati per chi vuole entrare nel cinema scoprendone le professionalità; il FOCUS ANIMAZIONE, incontri e proiezioni dedicati al meglio dell’animazione contemporanea tra cui la storica maratona di animazione, una lunga notte di corti animati d’autore, come sempre di lunedì; VideoEspanso, l’esplorazione delle nuove traiettorie dei video musicali e il milano film festivalino con tanti appuntamenti per i più piccoli tra BASE Milano e Cascina Cuccagna.

Prosegue inoltre il Salon de Refusés, uno spazio autogestito dedicato ai film che non sono riusciti ad entrare nel Concorso Internazionale Cortometraggi 2017.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.