Vignette Charlie Hebdo, il comune di Amatrice presenta denuncia-querela nei confronti del periodico satirico

Vignette Charlie Hebdo
Annunci

Sembrava essersi spento il sentimento negativo ma invece qualcuno vuole tenerlo acceso.

Vignette Charlie Hebdo

Vignette Charlie Hebdo

Le vignette del periodico satirico francese Charlie Hebdo che riguardano il terremoto nel Centro Italia da oggi torneranno a far discutere e soprattutto coloro che si sono tanto indignati e sentiti offese dalle stesse perchè il Comune di Amatrice ha presentato alla Procura di Rieti regolare denuncia-querela per diffamazione aggravata nei confronti di tali vignette ritenendole offensive alla memoria delle tante vittime del sisma.

Si tratta di un macabro, insensato e inconcepibile vilipendio delle vittime di un evento naturale – spiega l’avvocato Mario Cicchetti -. La critica, anche nelle forme della satira, è un diritto inviolabile sia in Italia che in Francia, ma non tutto può essere ‘satira’ e in questo caso le due vignette offendono la memoria di tutte le vittime del sisma, le persone che sono sopravvissute e la città di Amatrice.

[adsense]

Il periodico francese, nella prima vignetta dedicata al terremoto del centro Italia, secondo quanto espongono nella querela i legali del Comune di Amatrice, aveva raffigurato le vittime del sisma in modo tale da somigliare a degli stereotipati piatti della tradizione culinaria italiana, mentre una seconda vignetta aveva attribuito la colpa della devastazione del centro Italia alla mafia. Appare assolutamente configurabile – scrive Cicchetti – la diffamazione aggravata e non si può ritenere in alcun modo sussistente l’esimente del diritto di critica nella forma della satira.

Il lato positivo di questa denuncia è che potrebbe creare un precedente e magari finalmente qualcuno o qualcosa stabilirà su cosa la satira può realizzarsi e cosa no perchè ad oggi la satira è satira su chiunque o qualunque cosa e ribadiamo lo stile di Charlie Hebdo è sempre stato quello: almeno che dopo questa denuncia anche altri paesi non decidano di sporgere querela.

Blogger professionista e da sempre appassionato esperto di telecomunicazioni, serie tv e soap opera. Giuseppe Ino è redattore freelance per diversi siti web verticali. Ha fondato teleblog.it, tivoo.it, mondotelefono.it, maglifestyle.it Ha collaborato tra gli altri anche con UpGo.news nella creazione di post e analisi. Collabora con la web radio Radiostonata.com nel programma quotidiano #AscoltiTv in diretta da lunedi a venerdi dalle 10 alle 11.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.