Resident Evil 2: il leggendario spot live-action di George A. Romero

Rivediamo l’iconico spot TV in live-action di Resident Evil 2 diretto da George A. Romero

Con l’uscita al cinema di Resident Evil: Welcome to Raccoon City, il franchise della longeva saga horror di CAPCOM ci ha riportato nuovamente alle atmosfere di quel cinema tipicamente b-movie degli anni ’80 e ’90.  In particolare ciò che risalta da questo reboot – concepito per essere molto più vicino ai primi due videogiochi della serie riprendendone temi, mostri e personaggi – con qualche non troppo velato omaggio anche al cinema zombie di George A. Romero.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico

E cogliendo proprio al balzo questa ghiotta occasione ci sembrava giusto ricordare su queste pagine proprio il mitico spot televisivo realizzato dal compianto regista George A. Romero nel 1997 per accompagnare il lancio nei negozi del secondo videogioco della serie.

Seppur brevissimo, il corto riprendeva un po’ lo spirito che caratterizzava proprio le pellicole passate del regista, soprattutto dal punto di vista dell’estetica degli zombie, ispirati chiaramente al trucco di Tom Savini.

Di quel breve spot esiste anche un “dietro le quinte” nel quale il regista parlò della realizzazione:

Questo è uno spot per Biohazard 2, ma volevamo che sembrasse un film. Quindi volevamo fondamentalmente produrlo come un film, invece della classica ripresa pubblicitaria. Ho adorato fare i film sugli zombie, ed è fantastico che ci sia un gioco che è, sai, è come un flashback di quel genere.

Romero e la sua troupe girarono lo spot al Lincoln Heights Jail, una prigione dismessa a Los Angeles, e descrisse la produzione “proprio come una piccola ripresa cinematografica, con comparse che interpretano gli zombi“. Il trucco impressionante degli zombi è stato gestito da Screaming Mad George, un artista di effetti speciali.

Le circostanze della produzione non sono state l’unico elemento insolito dello spot. Romero venne infatti accreditato come regista fin dall’inizio, una pratica rara per gli spot pubblicitari di questo genere, chiara volontà da parte di CAPCOM di voler rimarcare la vicinanza tra i videogiochi e il materiale a cui erano ispirati. Per quanto riguarda il cast gli attori coinvolti erano Brad Renfro nei panni di Leon S. Kennedy e Adrienne Frantz (The Bold and the Beautiful) nei panni di Claire Redfield.

Questo spot, che ad oggi non ha mai varcato le soglie del Giappone, ebbe comunque una certa cassa di risonanza nel mondo di Hollywood, attirando l’attenzione di Sony Pictures.

Nel 1999 la Sony Pictures ingaggiò il regista per scrivere e dirigere un adattamento cinematografico della serie. Romero realizzò una sceneggiatura che, a detta degli addetti ai lavori che avevano collaborato con lui per la realizzazione, era molto fedele a quella del primo Resident Evil del 1996. Tuttavia la sceneggiatura non convinse CAPCOM e Sony, e così le due major decisero di affidare lo script allo sceneggiatore e regista Paul W.S. Anderson, il quale diede il via ad un franchise parallelo ai videogiochi composto da ben sei film.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.