Pillole Indie #19: Gravity Chase

Gravity Chase

Gravity Chase

  • Piattaforme: Steam, Xbox
  • Developer: Repixel8
  • Publisher: Repixel8
  • Data d’uscita: 21/1/2022
  • Genere: Corse, Indie
  • Versione testata: Xbox One S

Gravity Chase è un gioco futuristico basato sulle corse a gravità zero. Gli sviluppatori inglesi, della casa Repixel 8, dopo due anni dall’uscita dal primo titolo di corse spaziali, Velocity G, sta per pubblicare per noi un nuovo appassionante gioco dove le navicelle spaziali saranno le protagoniste. Il titolo verrà pubblicato il 21 gennaio 2022 e abbiamo avuto la possibilità di giocarlo in anteprima ed esprimere la nostra opinione al riguardo.

Il titolo è privo di trama: si tratta di un racing arcade caratterizzato da un totale di 16 piste, con sfondi unici; ogni pista ha tre tipologie di corse: arcade, combattimento e ad eliminazione. Queste hanno tre livelli di difficoltà, in base alla quale avremo punti ricompensa minori o maggiori, quest’ultimi ci permetteranno di sbloccare le corse successive. Prima di iniziare le varie gare sceglieremo una tra le dieci navicelle a disposizione, con annessi 11 colori. Tutta questa varietà ci permetterà di giocare il titolo un totale di 1440 volte in modo differente. Si avrà anche la possibilità di giocare in loco con i propri amici fino ad un massimo di quattro giocatori.

Le tipologie di gare sono diversificate da tre punti principali: la prima, ovvero l’arcade, è una semplice corsa con le posizioni che possiamo trovare in qualsiasi gioco di questa tipologia; nella seconda, quella a combattimento, avremo a disposizione delle armi per distruggere i nostri avversari, anche noi saremo soggetti agli attacchi ed ogni volta che moriremo torneremo in gioco qualche istante dopo sullo stesso punto della nostra rimozione dal gioco. Verrà aggiunta anche la possibilità di aggiustare la navicella con oggetti che troveremo durante lo svolgimento della competizione; l’ultima, invece, allo scoccare di ogni 30 secondi l’ultimo personaggio posizionato nella classifica momentanea verrà rimosso dalla gara.

Ogni navicella ha specifiche grafiche diverse, oltre ad esse saranno differenziate da cinque caratteristiche principali: accelerazione, velocità massima, controllo, peso e forza. I primi tre saranno potenziabili grazie alle monete di gioco che vinceremo conquistando le gare.

Ci sono tre tipologie di mappe: nella prima dovremo percorrere l’interno di un tubo completamente chiuso; nella seconda percorreremo, invece, il tubo dall’esterno; nell’ultima il tubo sarà tagliato a metà ed ogni volta che ci avvicineremo ai bordi di esso il gioco ci penalizzerà diminuendo la velocità della navicella.

Ogni mappa ha al suo interno svariate piattaforme, di colore azzurro, che ci permetteranno di aumentare momentaneamente la nostra velocità; altrettante piattaforme invece, di colore rosso, la ridurranno. Oltre a queste troveremo delle monete che ci permetteranno di ottenere uno sprint.

Il gameplay è molto semplice e ben strutturato; le navicelle sono facili da controllare anche a seconda delle proprie caratteristiche, nonostante siano abbastanza incisive sulla guida. Il titolo non presenta tutorial, difatti l’unica cosa che avremo a disposizione per conoscere i pulsanti è una piccola immagine che li specifica in base al nostro hardware periferico.
Le colonne sonore sono circa dieci; con un lavoro che ricorda gli arcade anni 80/90 daranno un ritmo molto celere come dovrebbe essere per un gioco di questo tipo.

Non ci sarà la possibilità di cambiare le impostazioni, infatti esse sono assenti, una notevole nota a sfavore del gioco dato che non sarà neanche possibile usare impostazioni specifiche per i giocatori soggetti ad attacchi epilettici; il gioco è pieno di colori che possono risultare molto forti ed alcuni ad intermittenza. 

In Sintesi

Gravity Chase è un arcade classico con varie modalità di gioco con una grande rigiocabilità. Consigliato per gli appassionati del genere. Tuttavia il gioco è assente da alcune specifiche fondamentali dei giochi, come le impostazioni.

Voto: 6

 Pro:

  • Molta rigiocabilità
  • Gameplay molto semplice
  • Buone colonne sonore

✘ Contro:

  • Assente da tutorial
  • Assente di impostazioni 

Ti è piaciuto il nostro articolo? Dà un’occhiata alla nostra rubrica Pillole Indie! Leggi anche:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.