SNK VS. Capcom: Card Fighters’ Clash – Recensione

  • Titolo: SNK VS. Capcom: Card Fighters’ Clash
  • Piattaforme: Nintendo Switch
  • Developer: SNK
  • Publisher: Nintendo
  • Distribuzione: Digitale
  • Data d’uscita: 12/1/2022
  • Genere: da Tavolo
  • Versione testata: Nintendo Switch (lite)

Dal 1999 ad oggi

SNK VS. Capcom: Card Fighters’ Clash è un vero tuffo nel passato, dal 1999 al 2022. La Nintendo, dopo un anno dall’adattamento per la Switch del gioco SNK Vs. Capcom: Match of the Millennium, ha condiviso questo nuovo/vecchio titolo per la felicità dei più nostalgici giocatori di carte virtuali.

Uscito per la prima volta nel 1999, molto vicino alla data d’uscita in Giappone del Gioco di Carte Collezionabili Pokemon, è un gioco da tavolo con battaglie basate sullo scambio di attacchi dai personaggi più famosi del mondo SNK e Capcom. Le meccaniche di gioco sono molto semplici e rendono il titolo facile da giocare ma allo stesso tempo richiedono impegno per riuscire a capire quali sono quelle giuste da usare e quando.

La sfida ha inizio

Sarà una sfida 1VS1, ogni lato del campo di gioco potrà contenere un massimo di tre Carte Personaggio, pescabili una volta per turno a meno che non si usino carte che permettano di averne altre. Ad inizio combattimento avremo 2000HP, punti vita, il nostro compitò sarà quello di ridurre quelli dell’avversario a zero. Lo scontro inizierà con una scelta casuale per capire chi farà la prima mossa, successivamente avviene la pescata, la mano iniziale conta un totale di sei carte. I giocatori potranno posizionare solo un personaggio a turno, tuttavia potranno usare quante Carte Azione possibile. Una volta posizionata la carta entrerà in uno stato bloccato fino alla fine del turno, dopo questa fase sarà possibile attaccare o bloccare.

Queste carte avranno dei punteggi, i BP e SP, i primi servono a leggere i punti di attacco, i secondi diranno di quanto il conteggio omonimo aumenterà, esso è fondamentale per lanciare le Carte Azione, consideriamole come carte magia, infatti queste indicheranno un numero che servirà come costo da spendere per attivarle.

SNK VS. Capcom Plaza Capcom

SNK VS. Capcom ha due fasi di gioco durante il turno, la prima serve per posizionare ed attivare le varie carte, la seconda è incentrata sul combattimento. Molto semplice, ma altrettanto complessa, la fase d’attacco è la nostra occasione per ridurre quanto più possibile gli HP del nostro avversario. Ci saranno due tipi di attacchi, quelli singoli e quelli combinati. Il singolo attacco è un classico attacco dato da una carta, quello combinato richiede invece cinque punti SP nel momento in cui si decide di combattere con due carte insieme, oppure dieci qualora se ne vogliano usare tre. Meccanica un po’ complicata da capire visto che da questa può dipendere l’esito della partita.

Ed ora si usa il cervello

Prima di approfondire gli attacchi combinati però bisogna sapere che dopo ogni attacco il “servitore” avrà bisogno di un turno completo per riposarsi non potendo bloccare gli attacchi nemici. Tutti i combattimenti si baseranno con i punti BP e da queste regole possiamo iniziare a parlare nello specifico degli attacchi combinati. Una volta che il primo servitore combatterà e riuscirà ad azzerare il punteggio del difensore (qualora ci sia), calcolando anche l’abbassamento del suo, il secondo potrà attaccare direttamente gli HP avversari, cosa però non possibile se si ha uno scontro 1VS1, questa sarà una delle poche occasioni per infliggere un danno tangibile, infatti, in uno scontro normale non si potranno diminuire gli HP. Dopo un qualsiasi attacco il personaggio verrà congelato, come il Tap di Magic. Una volta che i BP si sono azzerati il personaggio va KO e non sarà più possibile utilizzarlo.

La fase difensiva invece serve per non subire danni o subirne pochi, se si difende però si ha comunque la possibilità di attaccare durante il nostro turno. Sia gli attacchi singoli che quelli combinati potranno essere bloccati solo da una carta alla volta.

Per aggiungere un livello di divertimento e difficoltà a SNK VS. Capcom ci sono le Carte Azione, ognuna con un potere diverso tra loro che potranno cambiare drasticamente l’esito della partita. Oltre a queste si deve tener presente anche il potere delle Carte Personaggio, ma questi poteri non sono presenti in tutte le carte, consideratele come le carte Normale in YU-GI-OH, nel caso si usi il potere della carta essa verrà Tappata.

Un mondo vario

Mentre sconfiggi i tuoi avversari vincerai nuove carte, per un totale di circa 300, da aggiungere al mazzo, formato da un massimo di 50.

SNK VS. Capcom Neo Geo Pocket Color

Un fattore divertente rappresentato in SNK VS. Capcom è la visualizzazione del Neo Geo Pocket Color, esso è raffigurato sul nostro schermo nella sua versione originale. Intercambiabile con altre versioni colorate o la versione trasparente oppure potremmo scegliere di vedere solo lo schermo di gioco.

La localizzazione è solo in Inglese o Giapponese ma non è un vero e proprio problema dato che gli effetti delle carte sono facilmente comprensibili per chi è più pratico della tipologia. Le colonne sonore sono quelle originali della prima versione portandoci anche con l’udito in un tempo passato e nostalgico.

Commento finale

SNK VS. Capcom: Card Fighters’ Clash è un viaggio nel tempo che i più vecchi e appassionati giocatori di carte apprezzeranno. Il titolo è perfettamente ricreato come l’originale dando difatti la possibilità di rigiocarlo per chi lo avesse già fatto in passato.

Voto: 8

 Pro:

  • Sistema di combattimento semplice
  • Buona ricostruzione del titolo originale

✘ Contro:

  • Alcune partite possono durare troppo

Ti è piaciuto il nostro articolo? Dà un’occhiata a:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.